XENTA a bordo di M/Y VANADIS: il primo motoryacht Made in Italy con certificazione “Hybrid Power”

XENTA a bordo di M/Y VANADIS: il primo motoryacht Made in Italy con certificazione “Hybrid Power”

XENTA a bordo di M/Y VANADIS: il primo motoryacht Made in Italy con certificazione “Hybrid Power” 2560 1707 Xenta

Dopo oltre 4.000 installazioni in abbinamento con tutti i tipi di propulsioni “convenzionali” – linee d’asse, idrogetti, eliche di superficie, ecc. – a bordo del motoryacht M/Y Vanadis di CCN la tecnologia dei Sistemi di Governo Integrati XENTA è stata per la prima volta associata ai POD Azimutali della tedesca SCHOTTEL, in grado di ruotare di 360° sul proprio asse verticale.

Premiato al World Yachts Trophies di Cannes nella categoria “Green Yachts”, il M/Y Vanadis di CCN è il primo motor yacht Made in Italy ad aver ottenuto la certificazione “Hybrid Power” dal Lloyd’s Register. Il MY Vanadis è, infatti, il primo motoryacht capace di garantire la navigazione in diesel mode, diesel-electric o full electric per il massimo comfort e zero emissioni.

L’imbarcazione è dotata di 2 propulsori azimutali SCHOTTEL STP 150 FP a doppia elica comandati con sistema ibrido che prevede sia motori tradizionali diesel che motori elettrici alimentati dai generatori o da batterie. Tale configurazione permette una navigazione a basso consumo e ridotto impatto ambientale, oltre ad un aumento del comfort di bordo grazie alla riduzione del rumore e delle vibrazioni sia in rada che in navigazione.

Grazie al sistema di manovra XENTA, sia il controllo dei POD sia quello dell’elica di prua della nave sono gestiti da un unico processore. Dotato di un software, appositamente customizzato per quest’applicazione, il sistema di manovra modula in tempo reale e con grande efficacia spinta e direzione di ciascuna propulsione per mettere il comandante nella condizione di governare l’imbarcazione millimetricamente tramite Joystick.

Valore aggiunto del sistema di manovra XENTA è la funzione DP, ovvero Dynamic Positioning. Grazie ad un GPS di ultima generazione, integrato con una piattaforma inerziale dedicata di grande precisione per amplificarne l’efficacia, il posizionamento dinamico consente al comandante di ancorare elettronicamente, mantenendo la barca ferma e la prua fissa nella stessa direzione, semplicemente premendo un pulsante.