Topsystem e XENTA: le eliche di superficie diventano user friendly

Topsystem e XENTA: le eliche di superficie diventano user friendly

Topsystem e XENTA: le eliche di superficie diventano user friendly 2560 1920 Xenta

Le eliche di superficie sono installate da sempre su scafi veloci. Per coloro che amano velocità e sensazioni adrenaliniche in navigazione, non esiste altro tipo di trasmissione. Sono sistemi di propulsione che garantiscono prestazioni superiori, ma effettivamente complessi da gestire per un diportista alle prime armi. Una barriera tecnica e culturale abbattuta da TOPSYSTEM con le proprie trasmissione di superficie che combinano i vantaggi tecnici propri di questo tipo di propulsioni – riduzione della resistenza all’avanzamento, migliore resa nell’utilizzo della potenza – con una facilità d’uso e di gestione in grado di aprire una nuova epoca nel settore delle imbarcazioni performanti. Tutto questo grazie ad un sistema di controllo totalmente automatizzato frutto della partnership fra TS Drive Srl – proprietaria del marchio TOPSYSTEM SURFACE DRIVE – e XENTA. Allo sviluppo del software che gestisce il sistema ha collaborato altresì Onyx, anch’essa primaria società del settore dell’elettronica navale.

Gli apparati integrati sono in grado di regolare elettronicamente e in modo del tutto autonomo le trasmissioni di superficie ad assetto e direzione variabile.  Il sistema elettronico brevettato “EASY SET®” è infatti composto da una serie di componenti che interagiscono elettronicamente tra loro per un controllo completamente automatizzato dell’imbarcazione.

A bordo del veloce open Rizzardi 48 IN è stato installato un sistema completo che, in abbinamento alle trasmissioni di superficie Topsystem TS-65, prevede il timone oleodinamico gestito dal modulo elettronico “Helm by Wire” ideato da XENTA. Il modulo può essere programmato in due versioni: nella “Passive” la ruota del timone è passiva, la guida viene gestita da un freno variabile (freno elettromagnetico) che permette di variare lo sforzo della rotazione e la posizione dei suoi finecorsa in funzione della velocità e dell’andatura dell’imbarcazione. Nella versione “Tactile”, invece, la ruota del timone è attiva, vale a dire in grado di restituire al pilota sensazioni uniche, un vero e proprio feeling di guida in stile automobilistico. La ruota è Self-Centering, ossia capace di tornare in posizione centrale autonomamente, ottimizzando così la fine della virata. Con barra dritta il sistema attiva automaticamente la funzione “Autocourse” che permette il mantenimento della direzione prescelta sollevando il pilota dalla necessità di effettuare continue correzioni. Durante la navigazione, il sistema “Tactile” adatta la sensibilità della ruota e i fine corsa per avere sempre precisione e fluidità di virata.

Il Joystick di manovra XENTA per le trasmissioni di superficie, ulteriore componente integrata al sistema EasySet, risulta rivoluzionario e rappresenta un passaggio epocale per la gestione totale delle due trasmissioni. I due timoni-drive si muovono in modo indipendente poichè non sono uniti fra loro tramite alcuna barra di accoppiamento. Il Joystick può essere selezionato in due modalità di funzionamento: Docking  e Cruise.

Nella modalità di manovra “Docking” i dispositivi propulsivi vengono gestiti autonomamente permettendo al comandante di concentrarsi sulla manovra più adatta e lasciando al sistema il compito di definire l’azione dei motori e delle eliche di manovra. Rotazione a 360° e traslazioni risultano così azioni semplicissime.

In Navigazione è possibile attivare la modalità “Cruise” che permette di  accelerare e timonare la  barca agendo solo sul Joystick. Il software gestisce i drive indipendenti per variare l’interasse tra le due eliche al fine di trovare il punto di performance ottimale.

 

 

Nella modalità “Docking” i dispositivi propulsivi sono gestiti autonomamente, traducendo i movimenti del Joystick nel movimento dell’imbarcazione, permettendo al comandante di concentrarsi sulla manovra più adatta e lasciando al sistema il compito di definire l’azione dei motori e delle eliche di manovra.

Importante optional di questo modulo è il DPS (Dynamic Positioning System) che comanda autonomamente l’imbarcazione mantenendola in posizione statica nel punto voluto.